ajax loader

Innovazioni importanti

Nella sua riunione del 14 novembre 2019 la commissione internazionale di stazza ha deciso che di anno in anno ogni yacht possa avere un solo certificato, che sarà valido fino al 31 dicembre e che non potrà essere modificato o sostituito, salvo per manifesto errore di calcolo o di misurazione o in seguito a rottura dell’alberatura o di altro organo essenziale per effetto di un incidente e in questo caso il nuovo certificato non potrà essere usato nelle successive prove della regata in cui l’incidente stesso è avvenuto.
La medesima commissione rammenta altresì che ogni armatore, firmando il certificato, si impegna a mantenere il suo yacht nelle condizioni e nella configurazione nelle quali è stato presentato alla visita di stazza, come del resto impone l’osservanza della regola 78.1 del Regolamento WS che recita:

Mentre una barca è in regata, il suo proprietario ed ogni altra persona che ne ha la responsabilità deve fare in modo che la barca sia mantenuta conforme alle regole della sua classe e che il suo certificato di stazza o rating, se esiste, rimanga valido. In aggiunta, la barca dovrà essere conforme negli altri momenti come specificati nelle regole di classe, nel bando di regata o nelle istruzioni di regata.

 

Le richieste di emissione e di rinnovo dei certificati dovranno essere inviate al seguente indirizzo: aive.certificati@gmail.com

Inizio dei rinnovi e delle emissioni

Poiché le prime regate per yachts d’epoca e classici nelle quali sarà applicato il sistema C.I.M. saranno in Italia come altrove corse nel mese di aprile, il rinnovo e l’emissione dei certificati di stazza per il 2020 avranno inizio a partire dalla prima decade di marzo e si procederà come indicato nei paragrafi seguenti.

  • Yachts per i quali nel 2019 sia stato emesso o rinnovato il certificato di stazza

A tutti gli armatori che abbiano già corrisposto la quota associativa 2020 e poi via via a quelli che comunicheranno il pagamento di essa, il rinnovo del certificato di stazza sarà fatto automaticamente e copia ne sarà loro inviata per posta elettronica.
Nel caso, però, che uno yacht abbia subito qualche modificazione, è opportuno che l’armatore chieda informazione (aive.certificati@gmail.com) se essa possa essere rilevante ai fini della stazza, di modo che non venga a mancare la conformità dello yacht stesso al suo certificato. Ove le modificazioni segnalate dovessero dovessero comportare una una nuova visita di stazza, ne saranno concordati il tempo, il luogo e l’eventuale costo e il rinnovo del certificato sarà fatto in seguito ad essa.
In vista di un rinnovo la commissione tecnica dell’A.I.V.E. potrà, tuttavia, chiedere informazioni particolari circa lo stato di uno yacht per accertare la sua persistente rispondenza alle norme del vigente Regolamento C.I.M.

  • Yachts che abbiano un certificato di stazza C.I.M. di anni precedenti al 2019

A ognuno degli armatori abbiano già corrisposto la quota associativa 2020 e poi via via a ognuno di loro che comunichi il pagamento di essa, sarà per posta elettronica inviata una specifica richiesta della documentazione necessaria per l’aggiornamento dei dati e della dichiarazione che lo yacht sia rimasto nello stato in cui si trovava al momento dell’emissione o dell’ultimo rinnovo del certificato precedente, ricevute le quali si procederà al suo rinnovo per il 2020, salva la richiesta di informazioni della commissione tecnica dell’A.I.V.E.
Ove invece fossero intervenute modificazioni onde occorresse una nuova visita di stazza, si procederebbe come indicato nell’ultimo comma del paragrafo precedente.
L’armatore di uno yacht munito di un certificato di stazza C.I.M. di anni precedenti al 2019 che non sia stato socio dell’A.I.V.E. o che abbia cessato di esserlo, può ottenere il rinnovo di tale certificato per il 2020 faccende richiesta per posta elettronica (aive.certificati@gmail.com) e dopo il pagamento della quota associativa per il corrente anno si procederà secondo quanto indicato nei precedenti commi di questo paragrafo.

  • Yachts privi di un certificato di stazza C.I.M.

L’armatore di uno yacht con lo scafo in legno o in metallo e varato prima del 31 dicembre 1975 che desideri l’emissione di un certificato di stazza C.I.M. per l’anno 2020, deve farne richiesta per posta elettronica (aive.certificati@gmail.com), indicando il suo nome, quello dello yacht e l’indirizzo di posta elettronica, al quale intende ricevere le necessarie istruzioni.